header image 2
   

Rieccoci dopo tre anni

Settembre 1st, 2011 · 10 Comments

Il blog di Zapper.it riapre !!!

Caspita quanto tempo è passato anche se velocemente. Chissà quanti dei vecchi lettori di questo blog sono rimasti o ritorneranno a leggerci, e chissà quanti lettori nuovi interessati al mondo delle biofrequenze arriveranno.

Ma datemi voi un feedback, perchè tre anni sono comunque molti. Usate apparecchi tipo zapper, rife o simili? Quanto si sono evoluti rispetto a tre anni fa? Oppure è un argomento ancora da approfondire per molti?

Magari molti di voi sono diventati talmente esperti da voler collaborare nella scrittura di questo blog, chi ci sta?

Grazie e bentornati.

 

Tags: Discussioni generali

10 responses so far ↓

  • 1 Ammazzaspettri // Set 1, 2011 at 16:57

    io mi appresto a comprarne uno ma in giro c’è molta scelta e anceh zapper ibridi che rispettano i canoni di diversi dottori piu o meno famosi.
    mi riferisco a
    – Dr. H. Clark
    – Dr. Beck
    – Alan E. Baklayan
    – Royal Rife

    in germania ho trovato un multizapper che fa tutti e 4 e costa 180 euro, stavo giusto approfondendo le idee di questi altri dottori
    soprattutto Rife, ne sai qualcosa in piu tu?

  • 2 Mauro // Set 2, 2011 at 18:28

    Intendi questo? http://www.multizapper.com/

  • 3 Mauro Recchia // Set 2, 2011 at 19:37

    intendi questo http://www.multizapper.com ?

  • 4 Ammazzaspettri // Set 3, 2011 at 11:29

    avevo visto anche quello li che effettivamente è meglio di quello che dico io xche puoi selezionare la frequenza che vuoi, insomma è piu personalizzabile, ma costa troppo.
    io intendevo questo cmq: http://www.multizap.de/index.php?page=shop.product_details&flypage=flypage-ask.tpl&product_id=8&category_id=1&option=com_virtuemart&Itemid=1

    pero come dicevo nn riesco a cpire come è sfruttabile la frequenza di rife (visto che lui usa lampade speciali e nn elettrodi)
    e poi che range di frequenze userebbe uno zapper cosi (riferito a rife)
    su internet ho trovato una pagina dove elencano le frequenze di rife per moltissime malattie, e nn penso che uno zapper gia programmato (come quello che dico io) possa farle tutte in una botta…
    se sai darmi qualche info tu.

  • 5 Mauro Recchia // Set 3, 2011 at 15:19

    Le frequenze di Rife e Clark sono differenti, Rife usava le bassissime frequenze dell’ordine degli Hertz, mentre la Clark usava frequenze dell’ordine dei kilo Hertz, ma entrambi con onde sinusoidali, ovviamente. Quello che poi è lo Zapper Clark esce a 30 KHz in onda quadra, in modo tale da sfruttare una gran quantità di armoniche sinusoidali.

    Bisogna vedere se l’apparecchio che hai trovato ha dei programmi impostabili per le basse frequenze e bisogna stare attenti che non siano instabili, è abbastanza difficile con dei chip normali riprodurre una sinusoide che non traballi, ma magari loro ci sono riusciti.

  • 6 Grimm // Dic 1, 2011 at 11:16

    Ciao! Sono molto felice della riapertura delle attività di questo sito che coincide proprio con l’inizio della mia terapia con lo zapper.
    Ho comprato uno zapper Z4eX su un sito americano ed ho incominciato ieri la famosa 7+20+7+20+7 a frequenza 15Hz
    Il mio problema consiste in una parassitosi da Fasciola Hepatica alle vie biliari. Dopo la prima applicazione di ieri sera oggi devo dire che mi sento già meglio. Ho scaricato anche l’elenco delle frequenze che qui è stato messo gentilmente a disposizione ma dal momento che sono neofita in questo campo non ho capito granchè e per ora mi limito a zapperarmi con le 3 frequenze di cui dispone il mio zapper e cioè 30KHz 2,5 KHz e 15Hz. Se qualcuno ha suggerimenti sono davvero graditi! Grazie!

  • 7 Mauro Recchia // Dic 1, 2011 at 16:26

    Ciao Grimm.

    Bisogna distinguere fra frequenze quadre e frequenze sinusoidali. Le frequenze (Rife o Clark) che trovi nella lista sono frequenze sinusoidali e possono essere create con un generatore di frequenze e che quindi, secondo Rife o la Clark, si riferiscono alle frequenze di risonanza per uccidere i patogeni indicati.

    Lo zapper, invece, usa frequenze quadre che, per definizione, sono create da più sinusoidi chiamate armoniche. Ho cercato di spiegarlo in questo articolo http://www.zapper.it/zapperblog/la-lista-delle-frequenze-clark/

  • 8 Grimm // Dic 1, 2011 at 19:50

    Grazie mille per l’indicazione. Dal momento che l’onda prodotta dallo zapper è un “insieme” di onde sinusoidali si può defininire quindi a “largo spettro” nel senso che possono colpire insiemi di problematiche anzichè farlo in modo mirato come invece una frequenza precisa? Ne approfitto per una domanda a chi gentilmente volesse lasciare un contributo sul postumo del trattamento a 15 Hz. Io mi sento vagamente “Strana” con un altrettanto strano senso di intossicazione… è possibile??? Grazie a tutti davvero.

  • 9 Lustepriolo // Feb 8, 2012 at 13:19

    Ciao Grimm, sono neofita dei protocolli Clark ..
    come si è evoluta la tua cura con lo zapper?? vorrei comprarne uno anch’io, magari senza farlo arrivare oltreoceano ma la scelta è ostica.. sapete nulla di quelli italiani della Meloman di Firenze o del mini
    http://drclarkia.com/store/comersus_viewItem.asp?idProduct=189.Grazie a tutti

  • 10 Mauro Recchia // Feb 8, 2012 at 13:49

    Ciao.

    Posso per esperienza dire che quelli della Meloman sono accurati, ho conosciuto il titolare e mi sembra un tipo in gamba.